Ultime dal forum

  • Nessun messaggio da mostrare.

Calendario consulenze ed eventi

Nessun evento
Ottobre 2019
L M M G V S D
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Ultimi articoli pubblicati




test psicologici in vendita TEST PSICOLOGICI, come nuovi, vendo
clicca qui per dettagli, prezzi e contatti
test psicologici in vendita
Benvenuto, Ospite
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Il mio ragazzo ha perso la madre

Il mio ragazzo ha perso la madre 04/09/2019 15:34 #1

  • Avatar di Anonimi
  • Anonimi
Ho 30 anni e sto col mio ragazzo da tre anni (lui ne ha 25). So cosa voglio da una relazione, ho le idee molto chiare e un carattere abbastanza trainante, al contrario lui non prende mai l’iniziativa e quando ho preso decisioni per entrambi lui si è affidato ma senza troppo entusiasmo. Dopo il primo anno di relazione “abbiamo” deciso di condividere una stanza in un appartamento con altre persone per comodità e per questioni economiche. Abbiamo avuto qualche problema di spazio (perché adoriamo così tanto stare insieme che mettevamo spesso da parte le nostre esigenze individuali) ma discusso molto e cercato dei punti d’incontro. Il lavoro è sempre stato molto saltuario e raro per entrambi, durante questa convivenza, rendendoci molto frustrati e creando molti scrontri. Dopo un anno così ricevo un’offerta di lavoro in un’altra città, irrinunciabile, dico a lui che devo andare per forza, anche da sola, ma ovviamente preferirei mi seguisse. Dopo qualche giorno decide di trasferirsi insieme a me e iniziare questa nuova vita lì (avrebbe dovuto capire cosa fare della sua vita, quale lavoro cercare, in cosa dedicarsi). Una volta trasferiti, nel giro di un mese la madre si ammala e muore e lui torna nella sua città di origine per stare un po’ con la famiglia e riprendersi dal lutto. Mi chiede di stare lontani per i tre mesi estivi in modo da metabolizzare e poi tornare a vivere con me da settembre. Gli do questo tempo a malincuore perché mi ha provocato molta sofferenza non potergli stare vicino ma sapevo che ne aveva il diritto e potevo resistere per tre mesi soltanto. Alla fine di questi tre mesi è più in crisi che mai, non sa più chi è, di conseguenza non sa se mi ama, se vuole stare con me. Chiede un tempo indeterminato per poterlo capire, per poter diventare chi vuole essere. Tutto è un punto interrogativo gigante ed io che lo amo come sempre e vorrei potergli stare vicino vengo allontanata. Non so come reagire, se dargli ancora tempo, se pensare a me e capire che è finita..

Il mio ragazzo ha perso la madre 05/09/2019 01:23 #2


  • Messaggi:791 Ringraziamenti ricevuti 17
  • Avatar di Enzo Artale
  • Enzo Artale
  • Amministratore
  • OFFLINE
Ovviamente non può obbligarlo a tornare se non vuole. La cosa più utile che può fare, se non lo avesse ancora fatto chiaramente, è fargli capire che Lei gli è vicina, comprende il suo malessere e lo ama, ma anche, in maniera altrettanto chiara, che non è disposta a vivere nel limbo a tempo indeterminato. Fatto questo, non può chiedere a Sè stessa più di tanto, l'amore non deve essere necessariamente martirio.
Enzo Artale
Amministratore Servizi Psicologici On Line
www.studiovirtualedipsicologia.com
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.210 secondi
Powered by Forum Kunena